Scientix per promuovere attività STEM nella tua scuola

Con questo post inizio una serie di interventi di promozione sulle attività #STEM che riguarderanno sia le proposte della piattaforma #SCIENTIX  http://www.scientix.eu/home che proposte sia dal repository sulle STEM di Texas intruments edu  STEM resources for middle grades through high school all’url https://education.ti.com/en/resources/stem e dal repository del portal education di Microsoft  the Hacking STEM website.

Di seguito uno Sway  Why #Scientix? che ho preparato sulla piattaforma Scientix

schermata sway

 

 

 

 

 

Mystery Skype per attivare modalità d’apprendimento per Millenials

Mystery Skype è davvero uno strumento potentissimo per rendere accattivanti lezioni in presenza e attivare dinamiche sociali d’apprendimento e mobilitare anche coloro che solitamente non sono partecipi all’attività scolastica se non forzatamente coinvolti.

Con la proposta di Mystery Skype,

interagendo con un’altra classe alla scoperta di contenuti in modalità collaborativa secondo schemi predefiniti ,mobilitandosi per scoperta, anticipando modalità per Inquiry e preparando proposte concrete finalizzate anche alla produzione di un artefatto digitale, lo studente sentendosi coinvolto e interagendo con un ruolo preciso attiva tutte le sue capacità orientandole all’apprendimento.  Il feedback ricevuto dagli studenti è estremamente positivo e anche ritornando a contenuti tradizionali , lo studente ha cambiato percezione su ciò che deve agire per sapere e si predispone costruttivamente assumendo il ruolo di attore verso il proprio appredimento.

 

Skype in the classroom per la matematica

In questo nuovo anno scolastico mi dedicherò alla promozione di Skype in the classroom  non solo nel mio istituto ma anche nelle formazioni perché ritengo che abbia forti potenzialità per consapevolizzare gli studenti verso il sapere sociale, nell’aprire le porte per una co-costruzione di conoscenza e penso che possa stimolare interesse e curiosità.

Trovo decisamente intrigante l’idea di attivare dei Mystery Skype per la didattica della matematica anche per alunni della secondaria di secondo grado; gli alunni del secondo biennio potrebbero confrontarsi con studenti dello stesso paese o di un paese diverso su contenuti matematici connessi al proprio territorio: Potrebbero scoprire da alcuni indizi legati a teoremi chi è il matematico scelto dalla classe che si confronta, oppure potrebbe direttamente confrontarsi su un teorema oppure su una tecnica risolutiva. Certamente credo che un gruppo di #Miee disciplinari potrebbero individuare un protocollo di gara oppure un vero e proprio regolamento. Potrebbe essere un’evoluzione del Mistery Skype tradizionale: ad esempio Math Mystery Skype

Sono intenzionata a sviluppare l’idea e a sperimentarla con qualche collega piemontese di Master per poi vederne l’evoluzione e studiarne gli effetti e proporne magari l’utilizzo connesso ad app quali le calcolatrici di GeoGebra.

Sicuramente proporrò questa settimana una simulazione ai docenti in formazione disciplinare di ambito per vedere quale feedback da docenti motivati e con aspettative d’uso di tecnologie

OneNote per il recupero di matematica

Per  tutte le mie classi  ho creato un BookNote con OneNote app per win8 per supportare le attività in classe ma, soprattutto, per poter personalizzare il percorso di apprendimento di ciascuno dei miei studenti sfruttando le competenze che ognuno ha coltivato nell’informale riguardo alle tecnologie e al mobile learning. Il bookNote con OneNote, fruibile attualmente dagli studenti nella versione online ma a breve esportabile nella versione Class Notebook

classNotebook
sulla piattaforma Sharepoint d’istituto, è risultato utilissimo per una delle classi terze per il feedback per un test  sulla risoluzione di disequazioni con confronto grafico; la consegna del test, individualizzata, richiedeva a) la risoluzione di due disequazioni (irrazionali e in valore assoluto) da eseguire  con l’ausilio di software disciplinare e b) l’argomentazione delle modalità di risoluzione.
Ho ritenuto, quindi, efficace supportare la correzione con un feedback  consistente in produzione dedicata in OneNote.
feedback compito in classe

Ho organizzato il feedback in modo da renderlo un’attività strutturata finalizzata al recupero delle carenze mostrate e ho proposto  la risoluzione con diversi tools disciplinari; ho pensato di presentare il feedback in una griglia dove in ciascun campo proponevo un tools diverso corredato da spunti di riflessione, quesiti e/o spiegazioni anche audio.

audio registrazione

Ho scelto di utlizzare per il confronto grafico:

  • l’Add in di Mathematics per OneNote che permette di editare equazioni e formule nella pagina di OneNote ma anche di calcolare ( risolvere sistemi di equazioni utile per trovare punti di intersezioni di due curve ) e di rappresentare graficamente funzioni; ho completato la risoluzione allegando il file con la rappresentazione delle funzioni associate creata con Microsoft Mathematics 4.0;

microsoft mathematics

  • ho, inoltre, proposto la risoluzione  con WolframAlpha ( allegando lo screenshot e l’url della pagina web con la risoluzione proposta dal tool online)

wolfram1

desmos

  • e con geogebra ( sempre inserendo lo screenshot della risoluzione con confronto grafico e con il CAS e file con foglio interattivo con ceckbox e slider per la fruizione ragionata e guidata, foglio che andrà ad implementare il Geogebraebook di classe)

geogebra

L’idea per questa proposta è quella di fornire materiale per il recupero e la revisione delle conoscenze e produrre un eserciziario interattivo una volta esportato nel Class notebook generato con creator.

Ho utilizzato sempre oneNote integrando la sezione correzione verifica di una ulteriore pagina dedicata ai domini dove ho proposto un’attività strutturata in cui è richiesto allo studente di verbalizzare, registrando, la lettura del dominio e del codominio dal grafico della funzione costruito con il software disciplinare ( Microsoft Add in che ha il pulsante “trace” per  “navigare sul grafico” o geogebra che  simula tale funzione con punto sul grafico e la possibilità di movimento dello stesso con il puntatore).

Le aspettative sono, dopo la comunicazione della pubblicazione, che vi sia la collaborazione degli studenti che avranno la possibilità di aggiungere una pagina personale e di integrare, completare e condividere con i compagni. Prevedo, al rientro dalle vacanze, un momento di esplorazione e mi riprometto di analizzare eventuali prodotti dei miei studenti

domini

Sperimentazione didattica con OneNote tra EAS ed ebook: un nuovo inizio

Riprendo a “bloggare” per creare una traccia sul mio percorso di sperimentazione didattica con tecnologie e nuovi approcci formali ed informali.

Dopo aver seguito MOOC, frequentato Master, progettato e attuato percorsi di formazione per docenti, tenuto lezione a docenti per il Laboratorio di Didattica e tecnologia dell’istruzione in due corsi, reputo assai importante condividere in questo blog queste mie esperienze di insegnamento e sperimentazione in classe con i miei studenti delle classi di Generazione Web Lombardia e della classe di sperimentazione BYOD.

In queste classi, oltre alla sperimentazione GWB  secondo il progetto C@stelliebook2 continuo, per il terzo anno, ad approfondire le math-flipped lesson  aderendo alla proposta del Politecnico di Milano del progetto MOOC ( MAT101 – Introduzione alla matematica per l’università: Pre-Calculus ), sperimento EAS  (Episodi di apprendimento situato ) secondo il modello del prof. P. Rivoltella e conto di partecipare all’esperienza  della sperimentazione PPS ( problem solving e problem posing)  dell’Università di Torino.

Nelle mie sperimentazioni influisce notevolmente anche l’esperienza maturata lo  scorso anno come Microsoft Innovative Educator Expert, 2014  con la  partecipazione al Global forum di Barcellona; tale esperienza è in evoluzione continua sia per la riconferma come Microsoft Innovative Educator Expert, 2015 ma soprattutto per un mio maggiore coinvolgimento nella community dei #MIEExpert15, community veramente stimolante, travolgente ed attiva nella sperimentazione didattica e nella condivisione di iniziative di formazione ed innovazione.  Ora come ora sto testando l’utilizzo nella mia didattica di OneNote sia online che da desktop in tutte le mie classi ad integrazione del wiki di classe ( Pbworks) sia per gli eportfoli dei ragazzi ma anche come tracciamento del percorso didattico; sto, inoltre, cominciando la sperimentazione d’uso  di Office 365 con la piattaforma SharePoint d’istituto  e con l’uso di OneNote class Notebook Creator  di Yammer e di Lync. Nei miei post futuri relazionerò step by step di tutto questo poiché intendo creare anche dei tutorial, tenere dei webinar per coinvolgere e motivare i miei colleghi sia di corso che di istituto e informare i docenti della rete Brixia generazione digitale2 nel nuovo progetto di formazione che prenderà l’avvio a breve.

 

flipped lessons per la preparazione

A pochi giorni  dall’inizio dell’anno scolastico, in previsione dell’attuzione del BYOD program nelle mie classi, sto nuovamente valutando l’ipotesi di proporre flipped lesson dopo la sperimentazione dello scorso anno( ad esempio flipped lesson derivateverso la flipped lesson: integrali ; per questo stopreparando una linkografia di esperienze pregresse che mi permettano di documentarmi e confrontarmi. La sperimentazione da attuare va sempre contestualizzata, a mio parere, tenendo conto di esperienze pregresse, che permettono di capire i punti di forza e di debolezza delle proposte e favorire dei miglioramenti.

Ecco la linkografia che ho iniziato a predisporre:

5 Links from: flipped math experience

viralber, via Urlist

 

Certamente, proporro’ non solo dei video, come situazione stimolo, reperiti in rete ma anche  creati da me; per questo sto testando Powtoon come nuovo tool che credo permetta produzioni accattivanti. Sto visionando i videotutorial proposti relativi all’applicazione e sperimentando un po’ e credo che possano stimolare la visione e facilitare la comprensione dei concetti che intendo proporre.

Come,gia’ considerato durante il progetto con il Metid per eLene2learn-Web4maths

lunghezza limitata, significativita’ della presentazione e chiarezza sono elementi  fondamentali per catturare l’attenzione del discente che visiona il materiale multimediale.

Certamente documentero’ con mini podcast o registrazioni video con mobile i momenti in classe di sistematizzazione dei contenuti e di revisione ed esercitazione); per questo certamente i ragazzi mi aiuteranno moltissimo anche con app dedicate come e’ gia’ successo con la foto della lavagna di ardesia con gli esercizi svolti ( vedi verso la flipped lesson: integrali)

app for math: in arrivo quella di geogebra per tablet e indicazioni su app TI Nspire CAS for ipad

E’ di ieri l’annuncio su FB  nel canale Geogebra che e’ in arrivo questa estate la app per tablet di geogebra. Sono felicissima perche’ sono una dei tablet app supporter menzionata;’ proprio un anno fa ho aderito alla campagna su Kickstarter di raccolta fondi per i developer. Certamente l’uscita e’ super attesa e sconvolgera’ l’approccio all’uso dei device in classe in discipline come la mia ( matematica); una app come questa risolvera’ moltissimi problemi anche se permangono difficolta’ per il mobile per l’impossibilita’ di utilizzare applicazioni flash e Java.

Per poter avere in anteprima l’informazione del possibile download della app di Geogebra basta inserire la propria email all’url: http://www.geogebra.org/cms/download. La app sara’ scaricabile sia per sistema IOS ( ipad) che android; funzionera’ anche su uno smartphone o un phalet? Spero proprio di si. In attesa prossimamente mostrero’ alcune applicazioni che abbiamo sfruttato in classe; la prima che presentero’ sara’ la app della Texas Instruments ( a pagamento) visto che utilizzo, talvolta in classe,  anche il software TI Nspire CAS for teacher ( dal mio notebook). Segnalo un webinar che ho seguito online sulla app della TI e i documenti associati che sono scaricabili

app_ipad

Rubriche analisi math app

Nello scorso anno scolastico avevo avviato con i miei studenti il lavoro di analisi di applicazioni mobile di matematica ( vedi url: http://goo.gl/8HvBGj , http://goo.gl/YSIWeVhttp://goo.gl/0iHIyO,

http://goo.gl/tFqnfO, http://goo.gl/TcsGPD ) con preferenza per geometria analitica, goniometria e analisi matematica. Le app  analizzate sono state sia quelle per sistema Android per smartphone e ( poche ) per tablet, per sistema Windows phone ( un mio studente ne ha parlato all’intervista del Metid in occasione del progetto eLene2learn ) e alcune del sistema IOS sia per iPad che per iphone.

Per far mente locale ed utilizzare le app per smartphone/tablet come proposta negli EAS che sto progettando ( sia nella fase preparatoria come anticipazione ma soprattutto nella fase operatoria come attivita’ individuale e/o collaborativa dove conto di affidare lo stesso compito sviluppabile con app diverse per poter comparare i risultati nella fase di sharing e presentazione per poi tirare le somme nel debriefing) ho raccolto in un urlist alcune rubriche trovate in rete.

15 Links from: rubriche valutazioni mobile app

viralber, via Urlist

Probabilmente proporro’ una nuova scheda di sintesi /mashup tra cio’ che viene proposto (tengo presente anche quella offerta nella certificazione per uso iPad di Sophia).

Naturalmente i risultati  delle app saranno confrontati e/o verificati, soppratutto nelle classi generazione web (4^C e 4^F) con geogebra e/o desmos o wolfram alpha ( per notebook). Ricordo elenco di app per matematica con iPad sul sito MathXTC.com

didattica con gli EAS

Sto leggendo il libro di P.Rivoltella “Fare didattica con gli EAS” e tra i coautori ha scritto due o tre capitoli Enrica Bricchetto di cui ho trovato una presentazione in Prezi proprio su questo tema

interessanti gli schemi di progettazione e i riferimenti che utilizzero’ per alcune lezioni future .

Un riferimento alla didattica con gli EAS anche nell’articolo di P.Rivoltella sulla Semplessita’  e didattica e nella presentazione  sempre di E.Bricchetto Lezione digitale

Nella presentazione viene citata D.Laurrilard di cui  segnalo Teaching/Learning Design tools for teachers  con la progettazione TEL

 

 

 

Teaching Calculus with tablet

 

iPad Mathematics from Stephen Corcoran on Vimeo.

Cercando in rete esperienze di insegnamento di Analisi matematica con tablet o Smartphone mi sono imbattuta in questa risorsa che trovo interessantesull’utilizzo di tablet in classe; la pagina che ho rintracciato e’  denominata Ipad Apps for Mathematics sul sito MathXTC.com.

La pagina citata presenta un iBook ” iPad mathematics ” fruibile da iPad o con Mac ma  scaricabile anche in formato pdf,  un video ( visibile su Vimeo )

in cui in 4 minuti , l’autore Stephen Corcoran, spiega l’uso dell’ipad nelle sue lezioni con  Doceri + un altro video : Nelson Maths 8 iBooks Textbook  visibile su Youtube ed un elenco documentato  di app  di matematica sfruttabili.

Assolutamente da esplorare il materiale menzionato per spunti interessanti  anche per l’esperienza maturata in progetti Byod

MathXTC-site.png